info@alkadiaimmobiliare.it

Agenzia Immobiliare, vendita e affitto
appartamenti al mare, negozi, ed attività commerciali

Tipologie immobiliari abitative, quali sono i Pro e i contro di ognuna!

Se volessimo dare una definizione al concetto di casa potremmo definirla con:

un edificio (o parte di esso) utilizzato stabilmente da persone per ripararsi dagli agenti atmosferici;
può ospitare uno o più nuclei familiari e talvolta anche animali domestici.
Detto questo, le varie tipologie di case,  si sono alternate nel tempo, variando dalle prime grotte usate dai cavernicoli, fino alle costruzioni moderne.

Andiamo quindi a visionare le tipologie moderne di abitazione e i loro pro e contro.

APPARTAMENTO:
Un appartamento è un tipo di unità abitativa che, nel settore immobiliare, indica uno spazio e occupa una parte di un edificio.
Di solito l’appartamento è l’unità immobiliare più’ economica e a buon mercato.
Questo perché permette di sfruttare gli spazi, muri e impianti in comune ( vedi spese condominiali ) e di conseguenza  abbassarne i costi relativi; per contro, grandi e piccoli condominii,  sono spesso fonte di piccoli e grandi litigi, nonché difficoltà decisionali.

APPARTAMENTO INDIPENDENTE:
L’appartamento detto indipendente viene cosi differenziato, solamente perché sito al pianterreno e dotato di  un ingresso autonomo e quindi non condominiale. Ha gli stessi pregi di un appartamento normale, ossia costi abbastanza contenuti e, in alcuni casi anche,  inferiori. Questa tipologia viene apprezzata di più dell’appartamento normale, ha quindi un valore leggermente più’ alto ed un maggiore appeal.
Per contro,  alcuni utenti non apprezzano particolarmente gli appartamenti al piano terra in quanto potenzialmente più’ esposti a pericoli di furto e intrusione.

LOFT
Il loft è un’abitazione ricavata in un ambiente unico, spesso uno spazio industriale dismesso di notevole superficie. È caratterizzato da quasi totale assenza di divisori,  da altezze interne maggiori rispetto agli immobili costruiti a uso residenziale e maggiori superfici finestrate, con inserimento di dotazioni igienico-sanitarie adatte all’uso di abitazioni e particolarmente confortevoli e personalizzate. Viene chiamata loft anche un’abitazione molto ampia che segue lo stesso stile nell’utilizzo e nell’organizzazione aperta degli spazi interni.
Uno dei pregi principali del Loft è il fatto di dare un notevole senso di libertà, per via degli spazi e delle altezze maggiori;  per contro proprio altezze e spazi sono soggetti a costi maggiori di illuminazione e riscaldamento e, se presente, anche di condominio.

MANSARDA
Il termine “mansarda” deriva dal dal nome dell’architetto francese François Mansart che per primo progettò questo elemento architettonico del tetto e la sua struttura, rielaborando un particolare tipo di copertura già utilizzata in passato.
La mansarda è stata concepita per utilizzare l’ultimo piano che spesso risultava e risulterebbe poco abitabile, rendendo piano abitabile una superficie che altrimenti sarebbe adibita a soffitta.
Il pregio della mansarda è che,  essendo posta all’ultimo piano, certamente non ha inquilini  rumorosi al piano superiore; inoltre,  se dotata di numerose finestre,  gode di ottima luminosità e invidiabile panorama.
Per contro, inevitabilmente quasi tutte le mansarde hanno dei punti bassi che non permettono un utilizzo totale degli spazi, rendendo anche la valutazione immobiliare inferiore.
Essendo poi proprio a contatto del tetto,  deve essere ottima anche la sua coibentazione, onde evitare eccessivi livelli di caldo o freddo.

ATTICO:
L’attico è sicuramente l’appartamento che ha maggior valore e prestigio.
Viene cosi definito perché è l’unità immobiliare sita all’ultimo piano della palazzina, NON ha sullo stesso piano altre unità immobiliari, di solito dispone di una notevole metratura, di terrazzo e Garage.
Essendo posto all’ultimo piano, è meno esposto ai rumori e ai contatti con gli altri condomini e, di solito,  ha un panorama notevolmente migliore degli appartamenti sottostanti.
Per contro, proprio perché essendo un ultimo piano,  ha costi di manutenzione ordinaria e straordinaria condominiale molto più alti.

CASA SINGOLA:
La casa singola o casa unifamiliare, è una costruzione edilizia  destinata ad abitazione per una sola famiglia, indipendente da altre unità abitative e generalmente corredata da giardino. Ancora oggi rappresenta la tipologia edilizia più ambita, per le caratteristiche di indipendenza da altre abitazioni e la libertà da vincoli condominiali, unita a maggiore privacy.
Generalmente il cliente acquirente inserisce fra i motivi della sua scelta di tale   costruzione la totale assenza  di  spese condominiali;  in realtà però,  sia per quanto riguarda le spese di manutenzione che di acquisto, il suo costo è considerevolmente maggiore rispetto agli altri tipi di abitazione.
Ad esempio,  su di essa  incide, in modo considerevole,  il prezzo del terreno e la mancanza di quelle economie derivanti dalla comunanza di alcune strutture ed impianti.

CASA SEMI INDIPENDENTE:
La casa semi indipendente o porzione di casa, di solito viene identificata in una sezione di una abitazione singola.
Solitamente è una mezza frazione della casa originaria, ha il pregio di avere un ingresso indipendente, pochissime o quasi nulle spese in comune e nessun condominio.
Per contro la casa semindipendente ha comunque delle parti in condivisione con un altra abitazione, rendendo inevitabile la concertazione comune di alcune spese, ma sopratutto decisionali con almeno un altro proprietario.

VILLA
Tipo di abitazione ampia ed elegante, circondata da un giardino o parco più o meno estesi. Questa tipologia architettonica è un invenzione attribuibile agli antichi romani e la sua idea e la sua funzione hanno subito una considerevole evoluzione.
La villa si differenzia della casa singola perché è una residenza molto estesa con parco o giardino annesso e, per tale motivo,  è una delle tipologie abitative più’ prestigiose;   come controindicazione inevitabilmente, ha  altissimi costi di manutenzione.

VILLA A SCHIERA
La casa a schiera è un tipo edilizio caratterizzato dall’accostamento di più unità abitative, una a fianco dell’altra e generalmente è una casa monofamiliare.
La singola unità abitativa, in genere,  si sviluppa poco  in profondità ma si può sfruttare lo spazio in  altezza, creando un’abitazione su più piani; inoltre, tale tipologia, è caratterizzata dalla presenza di un piccolo orto o giardino.
Il pregio della villetta a schiera è dovuto ai  costi di costruzione inferiori a quelli di una normale casa singola o villa, perché la ditta costruttrice sfrutta il fatto di poter fare dei lavori in comune su più costruzioni.
E’ relativamente indipendente, anche se, come controindicazioni,   ha delle piccole spese in comune e  delle scelte decisionali con gli altri vicini.

CASA COLONICA
Una casa colonica,  come dice la definizione classica,  è una dimora rurale in cui la famiglia che vi abita e vi lavora non è proprietaria, né della stessa, né dello stesso fondo, ma è vincolata da un contratto di mezzadria con il proprietario.
Tipico di molte case coloniche era il colore rosso della tinteggiatura esterna, talvolta con un riquadro bianco nel quale venivano indicati il nome del proprietario e il numero della colonia.
Le case ex coloniche sono di solito immerse nella natura e vengono spesso messe  sul mercato in modeste condizioni di manutenzione, quindi a volte si riesce ad acquistare questi immobili di metrature importanti a prezzi decisamente abbordabili.
Per contro, molto spesso,  devono essere demolite o hanno alti costi di ristrutturazione; inoltre,  non di rado,  sono molto vicine alle strade, un pregio nei tempi in cui furono edificate ma,  ai tempi odierni, tale varatteristica le rende meno appetibili nei confronti di un probabile acquirente.

PALAZZO
Un palazzo è un edificio di grandi dimensioni, proporzioni e pregio architettonico adibito ad abitazione.
Il termine deriva dal nome in latino del colle Palatino di Roma, dove in epoca imperiale si erano sviluppate le strutture della residenza ufficiale degli imperatori.
Difatti,  nei secoli è stato utilizzato come residenza di prestigio per re, principi e signori mentre attualmente è sede di uffici pubblici o di rappresentanza per enti privati quali banche e fondazioni.
Il palazzo al suo interno,  offre la possibilità di essere diviso  in appartamenti  e quindi permettere a nuclei familiari imparentati di abitare sotto lo stesso tetto, mantenendo ognuno l’indipendenza della propria famiglia.
Per contro,  questa tipologia abitativa diventa in alcuni casi,  a tutti gli effetti un condominio con i suoi pregi e difetti.

CASTELLO
Il castello è una struttura architettonica composta da uno o più edifici fortificati.
Si distingue da un palazzo da una fortezza, che non sempre era una residenza per la nobiltà e da un insediamento fortificato che era una difesa pubblica, sebbene vi siano molte somiglianze tra questi tipi di costruzione.
Il castello nel corso dei secoli è stato utilizzato come abitazione fortificata ed è ancestralmente l’abitazione per eccellenza, ossia il “sogno” di abitare in una dimora di stampo fiabesco.
Viene ancora oggi utilizzato come abitazione prestigiosa ed eccentrica, non di rado però questa costruzione presenta non poche scomodità ai suoi abitanti.

Stefano Pallotti
392/1327360 – info@alkadiaimmobiliare.it
Agente immobiliare FIAIP
Consigliere provinciale FIAIP
Consigliere regionale FIAIP
Iscritto all’albo dei C.T.U.( Consulenti tecnici di ufficio ) presso il tribunale di Fermo
AGENZIA ALKADIA IMMOBILIARE

CONTATTACI

Alkadia Immobiliare ®
di Stefano Pallotti

Viale Cavallotti, 91
63822 Porto San Giorgio (FM)


info@alkadiaimmobiliare.it

Alkadia Immobiliare è associata Fiaip

©2012 Alkadia Immobiliare di Stefano Pallotti - P.I. 02110800444 - Agenzia FIAIP 26147 - Privacy | Cookie | Note legali | Sitemap | Realizzato da Conversion Web
0Shares